Nazionale Senior: la Slovenia supera l'Italia 4:1 PDF Print
Montag, den 24. April 2017 um 09:29 Uhr

ITA SLO

Foto di Andreas Kemenater.

 

Finisce con una vittoria della Slovenia per 4-1 la quarta amichevole dell’Italia (in una settimana) in preparazione ai Mondiali sul ghiaccio di Egna. Non bastano all’Italia i tanti minuti in powerplay per avere ragione della solida ma nervosa squadra slovena che al pari degli Azzurri giocherà i Mondiali di Top Division ma nel girone di Parigi.

 

Per la terza sfida che si gioca ad Egna, dopo Austria e Kazakistan, l’Italia schiera in porta Frederic Cloutier mentre sono lasciati a riposo Armin Helfer, Andreas Bernard ed il nuovo arrivato Alexander Egger. Marco Insam è fermo a scopo precauzionale mentre Alex Trivellato è infortunato.

 

Il primo cambio regala la prima superiorità all'Italia che dopo 47 secondi si ritrova con l'uomo in più per 2' contro Jan Urbas per ostruzione. Nei 120 secondi di superiorità la squadra azzurra non combina molto se non un tiro di Simon Kostner ed uno di Stefano Marchetti dalla distanza. Sarà questo uno dei leitmotiv della gara tra lo special team azzurro e quello sloveno con quest'ultimo che in penalty killing si è difeso con molta solidità come nello stile della formazione slovena. Ristabilita la parità numerica si continua a giocare con la Slovenia che al 6' colpisce un palo con Ziga Pance su una transizione veloce. La gara, però, non decolla. La Slovenia approfitta di qualche imprecisione nella difesa azzurra mentre l'Italia viene fermata dopo la blu. Dopo 8' si rivede l'Italia in attacco con due tiri ma non in grado d'impensierire l'estremo sloveno Gasper Kroselj. A metà tempo Luca Zanatta si accomoda in panca puniti. La squadra balcanica fa girare molto bene il disco e poi va sfiorare il goal dopo l'11 con una deviazione sotto porta che lambisce il palo. Ma anche quando si torna a giocare in parità numerica la Slovenia appare lanciata e cerca con molto insistenza la rete del vantaggio. Al 16' però la spinta della Slovenia si ferma per un 2'+2' a Ziga Jeglic (gomitata e carica). L’Italia cerca di costruire il suo powerplay. Si segnala un tiro di Hofer ed un’incursione di Anton Bernard. I 4' minuti di superiorità non sortiscono effetto ma quando si torna a giocare in parità c'è una buona occasione per Diego Kostner che è ben smarcato davanti allo slot avversario ma la sua conclusione non va a buon fine ed il tempo si chiude sullo 0:0.

 

Nella seconda frazione la Slovenia parte in pressing nel primo minuto, poi alla prima sortita è l'Italia a segnare con un rimbalzo a porta vuota di Raphael Andergassen ma la deviazione dell'attaccante italiano è fatta volontariamente con il pattino e gli arbitri annullano. Poi nell'azione successiva l'Italia riesce a guadagnarsi un'altra superiorità per 2' Bostjan Golicic per carica da tergo nei confronti di Stefano Marchetti. Data la pericolosità dell’intervento gli arbitri aggiungono anche 10’. In questa circostanza il powerplay è molto meglio rispetto a quelli giocati nel primo tempo. Simon Kostner ha l'occasione migliore ma il suto tiro davanti allo slot è fuori di poco. Quando si torna a giocare in parità numerica l'Italia rimane in attacco grazie ad una buona intensità della formazione di Mair anche se poi c'è un contropiede dello sloveno Nik Pem che conclude con un tiro in corsa centrale che non costituisce pericolo per l'estremo italiano Cloutier. Poi a segnare è la Slovenia al 27’ con un rimbalzo che favorisce l'intervento a porta vuota di Miha Verlic dopo un tiro dalla media distanza di Sabahudin Kovacevic (ex Alleghe ed Asiago) in situazione di penalità differita. L'Italia al 32' si rivede con una grande azione partita a centro pista in fase d'interdizione, poi il disco finisce ad Alex Lambacher che riesce a piazzare un bel disco a Tommaso Goi che cerca di superare l'estremo sloveno ma quest'ultimo blocca con il gambale per due volte. La partita è molto più veloce che nel secondo tempo con l'Italia che inizia a macinare gioco. Al 33’ cambio portiere per gli sloveni. Fuori Krotalj, dentro Pintaric. Al 34’ altra occasionissima per la formazione azzurra: Tikar e Robar sono penalizzati nella stessa azione ma in questo frangente gli sloveni sono molto bravi a difendersi anche mettendoci il corpo sul ghiaccio. Fatto sta che non ci sono interventi degni di nota nel doppio powerplay. A 42 secondi dalla fine altra penalità per 2'+10' per una carica alla testa (con la spalla) contro Diego Kostner da parte di Andrej Tavzelj (ex Cortina. Il secondo tempo si conclude con la Slovenia avanti di una rete.

 

Il terzo tempo si apre con l’Italia in powerplay ma la manovra azzurra è impalpabile. Tuttavia l’Italia pareggia e castiga la Slovenia al suo primo grande errore della gara. Poco dopo il 42’ Markus Gander segna a porta vuota da media distanza con il portiere sloveno Matija Pintaric che tenta di tornare in porta dopo un (suo) passaggio sbagliato nell’angolo alla sua sinistra e che ha favorito l’assist di Simon Kostner per l’attaccante del Bolzano. Al 44’ occasione per Rok Ticar che si smarca davanti alla porta ma Cloutier para sotto la traversa. Al 46’ ancora Lambacher in fase di costruzione che riesce a servire un buon disco verso Andergassen che non sfrutta. Al 51’ la Slovenia ritorna in vantaggio. Assist ficcante dall’angolo di Miha Verlic che pesca alla distanza Jan Urbar che appostato sul palo, al volo, non sbaglia il goal che vale 2-1 per gli sloveni. Risposta immediata di Anton Bernard che si accentra ma Pintaric para. Poi gli ospiti allungano con un rebound di David Rodman ben appostato tra i difensori italiani dopo un tiro ribattuto di Cloutier su precedente tiro di Ziga Pance (53’). L’Italia cerca di accorciare le distanze ma non riesce a sfruttare altri 56’’ di doppia superiorità. Quando si torna a giocare in parità numerica Morini ha una bella occasione ma si rimane sempre sul 3-1. Ormai la gara volge al termine ma a 10 secondi dalla fine c’è il 4-1 finale della Slovenia ad opera di Miha Verlic che trova una carambola fortunata con un tiro da posizione defilata toccato anche da un difensore azzurro che manda fuori causa Cloutier. Vittoria, quindi, della Slovenia per 4-1.

 

ITA SLO bestplayer

Foto di Andreas Kemenater.

 

Ora dopo il tempo trascorso ad Egna, la Nazionale si sposta a Bressanone dove il 25 aprile inizierà il raduno finale di preparazione che si concluderà con l’attesa amichevole contro gli Stati Uniti del 2 maggio all’Agorà di Milano (ore 20:00). Il 6 maggio inizio dei Mondiali a Colonia contro la Slovacchia.

I commenti del post partita.

 

Markus Gander, attaccante che nelle quattro amichevoli è stato il miglior marcatore azzurro e che contro la Slovenia ha segnato l'unica rete: "In occasione del goal mi sono trovato al momento giusto al posto giusto. Creiamo molto davanti porta ma poi non riusciamo a segnare. Lavoreremo su questo per il resto della preparazione. Abbiamo lavorato molto sul 5 contro 5 e dobbiamo ancora sviluppare bene gli special teams. Siamo comunque una squadra disciplinata e cerchiamo di applicare il metodo di gioco più congeniale al nostro gruppo ed in parità numerica abbiamo dimostrato di essere alla pari contro i nostri avversari."

 

Michele Marchetti, attaccante: "In tutte le amichevoli il risultato è stato sempre un po' bugiardo. Questa sera per 50' siamo stati alla pari contro gli sloveni ma poi abbiamo fatto commesso degli errori pur avendo creato di più. Di positivo c'è l'intensità ed un gruppo molto unito. Cerchiamo di giocare tatticamente bene e siamo una squadra che pattina molto. Il fatto di non segnare è un problema che si trascina da tempo ma bisogna essere più determinati e metterci tutto l'agonismo possibile."

 

 

Italia – Slovenia 1:4 (0:0/0:1/1:3)

Marcatori: 27:44 (0:1) Miha Verlic (Robert Sabolic/Sabahudin Kovacevic); 42:54 (1:1) Markus Gander (Simon Kostner); 48:51 (1:2) Jan Urbas (Miha Verlic/Luka Vidmar); 53:16 (1:3) David Rodman (Ziga Pance/Bostjan Golicic); 59:50 (1:4) Miha Verlic (Luka Vidmar/Jan Mursak);

 

Formazione Italia: Frederic Cloutier (Gianluca Vallini); Thomas Larkin - Luca Zanatta; Daniel Glira- Armin Hofer; Stefano Marchetti- Ruben Rampazzo; Enrico Miglioranzi - Michael Zanatta; Luca Frigo - Giovanni Morini - Diego Kostner; Markus Gander - Anton Bernard - Simon Kostner; Tommaso Traversa - Raphael Andergassen - Alex Lambacher; Tommaso Goi - Daniel Frank - Michele Marchetti; Matthias Mantinger. Allenatore Stefan Mair.

 

Formazione Slovenia: Gaspar Kroselj 32:44 /Matija Pintaric 27:16; Mitja Robar – Blaz Gregorc; Klemen Pretnar – Sabahudin Kovacevic; Jurij Repe – Luka Vidmar; Miha Stebih – Andrej Tavzelj; Robert Sabolic – Rok Ticar – Ziga Jeglic; Jan Urbas - Jan Mursak – Miha Verlic; Ziga Pance – Bostjan Golicic – David Rodman; Ken Ograjensek – Ales Music – Anze Kuralt; Allenatore: Nik Zupancic;

 

Tiri Italia: 26 – Slovenia 24

Penalità: Italia 2x2’ – Slovenia 9x2’ + 10’ a Tavzelj e 10’ a Bostjan Golicic;

 

 
Domenica alle ore 18.00 la sfida alla Slovenia PDF Print
Samstag, den 22. April 2017 um 13:44 Uhr

tickets

 

Il Blue Team si appresta a disputare il suo quarto test match di preparazione. Bernard e compagni saranno impegnati domenica sera, alle ore 18, sul ghiaccio di Egna, dove affronteranno la Slovenia.

 

23 aprile - ore 18:00 - Egna - Würtharena

Italia - Slovenia 

Diretta live - foglio partita: http://www.powerhockey.info/gamepage.php?id=8585
Diretta streaming: https://www.youtube.com/watch?v=MqYK3ZYVP9U

 
Nazionale Senior: il roster contro il Kazakistan PDF Print
Mittwoch, den 19. April 2017 um 11:18 Uhr

tickets

 

Non c’è sosta per la Nazionale che affronterà il Kazakistan mercoledì 19 aprile alle ore 19:30 alla Wurth Arena di Egna la terza amichevole premondiale in quattro giorni. Dopo la doppia sfida contro l’Austria tra Egna e Innsbruck, la formazione azzurra ha ripreso gli allenamenti martedì pomeriggio accogliendo sette nuovi giocatori: Frederic Cloutier (Asiago Hockey), Enrico Miglioranzi (Asiago Hockey), Stefano Marchetti (Asiago Hockey), Diego Kostner (HC Ambrì Piotta), Simon Kostner (Rittner Buam), Tommaso Traversa (Rittner Buam) e Tommaso Goi (HCB Ticino Rockets). Il Kazakistan, storico avversario degli Azzurri in questi ultimi anni, al pari dell’Austria, inizierà il 22 aprile i Mondiali di Divisione I – Gruppo A di Kiev. Quindi un’altra sfida contro una squadra già in fase di rifinitura e conosciuta per la sua solidità.

 

 

Questa la formazione che affronterà il Kazakistan.

 

In porta Andreas Bernard.

 

In difesa ci saranno Armin Helfer, Armin Hofer, Daniel Glira, Luca Zanatta, Stefano Marchetti, Ruben Rampazzo, Enrico Miglioranzi e Michael Zanatta;

 

In attacco ci saranno Diego Kostner, Giovanni Morini, Markus Gander, Anton Bernard, Simon Kostner, Daniel Frank, Tommaso Traversa, Raphael Andergassen, Alex Lambacher, Michele Marchetti, Tommaso Goi e Matthias Mantinger.

 

Alex Trivellato si è infortunato nella gara contro l’Austria ad Innsbruck ma rimane sempre al raduno e le sue condizioni saranno valutate di giorno in giorno. A riposo per scopo precauzionale sia Thomas Larkin che Luca Frigo. Un turno di sosta per Marco Insam.

 
Nazionale Senior: l'Austria vince la prima sfida PDF Print
Montag, den 17. April 2017 um 15:13 Uhr

tickets

ITA AUT2L'Italia cede per 2-0 contro l'Austria sul ghiaccio di Egna ma partita combattuta fino all'ultimo secondo di gioco quando gli avversari degli Azzurri hanno trovato il raddoppio a porta vuota. Buona gara complessiva degli uomini di coach Stefan Mair. Lunedì alle ore 16:00 di nuovo in pista ad Innsbruck per la replica del match.

 

Iniziano i test amichevoli dell'Italia in preparazione ai Mondiali di Colonia e Parigi in programma dal 5 maggio. Due squadre con differenti preparazioni si sfidano alla Wurth Arena di Neumarkt/Egna. L'Italia ha cominciato da meno di una settimana la preparazione e manca di alcuni giocatori mentre l'Austria inizierà il 22 aprile a Kiev i Mondiali di Divisione I - Gruppo A. L'Italia si presenta con Andreas Bernard in porta mentre la prima linea è Trivellato-Larkin in difesa e Frigo-Morini-Insam in attacco.

 

Italia e Austria iniziano su ritmi accettabili. Nel giro di poco più di due minuti cominciano le penalità da una parte e dell'altra senza però che il risultato muti. Thomas Raffl e Riccardo Lacedelli chiamano alla trattenuta i due portieri senza però sostanziali pericoli. Dopo 5 minuti però è l'Austria a prendere le redini della manovra, tenendo costantemente il disco sulla stecca e facendo ballare non poco la difesa azzurra, che comunque non corre molti pericoli se non la pressione costante ma sterile degli avversari nel proprio terzo difensivo. Il capitano Anton Bernard avrebbe il disco favorevole su un bell'assist di Markus Gander ma la conclusione finisce fuori di poco. Al 12' è Raffl che riceve disco, si gira e costringe Bernard alla parata di gambale. L'Italia soffre ma si difende compatta, con Armin Helfer che guida la propria difesa con esperienza e permette poi a Raphael Andergassen di trovare una conclusione che Berhard Starkbaum respinge alto con lo scudo. Gli Azzurri riescono comunque a disporsi bene lungo tutto la pista, con ordine e disciplina, costringendo gli austriaci a qualche disco lungo di troppo che termina spesso in "icing", ma nel finale avrebbero anche la grande occasione per il vantaggio con un disco sulla quale Helfer è in ritardo e tocca solo parzialmente senza inquadrare il bersaglio da posizione centrale rispetto alla gabbia avversaria. Alla prima sirena le due squadre vanno a riposo sul risultato di 0-0 dopo un primo periodo piuttosto piacevole nonostante le poche occasioni da gol per le due compagini sul ghiaccio.

 

Nel secondo periodo l'Italia inizia bene con una superiorità numerica derivante dalla prima frazione per un fallo di Dominique Heinrich, durante la quale prima Luca Frigo e poi Daniel Frank provano a bucare Starkbaum anche con un pizzico di sfortuna davanti allo slot austriaco. I ritmi restano gradevoli e intorno al 23' tocca a Frank finire in panca puniti ma la difesa azzurra si difende con ordine e allontana i pericoli che arrivano maggiormente dalla blu con Markus Schlacher su cui Bernard è bravo a controllare in due tempi. Bravo l'estremo italiano a fermare anche il disco di Lukas Haudum reso insidioso da un rimbalzo in balaustra nel momento in cui l'Austria spinge molto cercando con maggior insistenza l'azione offensiva contro una difesa italiana che riesce ad essere efficace anche in questa fase. Al 27' è Raffl a sparare alto da posizione favorevole prima che Ruben Rampazzo allontani subito la minaccia, portata poi anche Daniel Woger con un potente diagonale che Bernard controlla. Quando l'Italia si affaccia davanti a Strakbaum il portiere ferma un tiro angolato di Frigo, fra i più attivi ed efficaci nell'attacco azzurro nelle due fasi di gioco insieme a Thomas Larkin, anch'esso pericoloso dalla distanza.

L'Austria mantiene l'iniziativa, costruendo occasione interessanti che però mancano della precisione necessaria per impensierire un Bernard pronto e concentrato. Al 34' Frigo va al tiro dalla media distanza in maniera pericolosa sfiorando la rete. La reazione austriaca è una conclusione decentrata di Alexander Pallestrang lontana dalla gabbia azzurra. Gli avversari cercano di far girare il disco sui loro lati offensivi ma Helfer e compagni riescono a fronteggiare bene l'iniziativa avversaria che sul momento decisivo finisce per essere imprecisa. Quando mancano due minuti e quarantanove secondi un'azione di Andergassen costringe al fallo la difesa avversaria, con Heinrich che finisce in panca puniti per 2 minuti, con l'azione più pericolosa costruita da Helfer il cui disco viene deviato davanti a Starkabuam che a momenti è costretto a capitolare davanti al tocco avversario. L'Italia chiude in avanti, l'Austria cerca di replicare ma il secondo tempo finisce anch'esso senza reti e con i portieri ancora da battere per uno 0-0 che permane dopo 40' di gioco.

 

Terzo tempo subito scoppiettante. L'Italia parte bene con un paio di pericolose iniziative ma poi subisce la prima rete. Transizione veloce dell'Austria che va al tiro e poi sul rebound di Andreas Bernard nel traffico arriva il goal austriaco di Martin Ulmer (41'). Poi la formazione azzurra può usufruire di un powerplay ma non combina molto e dopo c'è la penalità a Gander. Al 47' un iniziativa di Raffl è ben parata da Bernard. Poi un minuto si rivede l'Italia con Frigo che fa un coast-to-coast ma il suo tiro di rovescio è fuori di poco. La gara è molto vivace. L'Italia è di nuovo pericolosa con Morini con un tiro in diagonale. Poi Frank e Gander seminano lo scompiglio nella difesa austriaca ma il disco che arriva all'estremo avversario è al rallentatore. La gara continua con due squadre che giocano a viso aperto. Schweitzer blocca un'azione pericolosa degli avversari poi al 56' l'occasione più nitida di questo tempo con Marco Insam che ben smarcato sbaglia da buona posizione. Poi l'Italia può usufruire di un powerplay nell'ultimo minuto di gioco del terzo tempo ma la rete finale è quella in 4 contro 6 di Patrick Spannring che regala il 2:0 finale agli austriaci.

 

Coach Stefan Mair: "L'Italia è alla prima settimana di preparazione mentre l'Austria è già molto avanti essendo prossima all'inizio dei Mondiali (DI-GA). Abbiamo faticato di più nei primi 10' di gioco ma poi ci siamo organizzati ed abbiamo avuto le nostre occasioni. Abbiamo già visto come dobbiamo giocare. Disciplina difensiva e tattica, e tanto contropiede. " Stefan Mair prova ad ipotizzare come sarà la gara di lunedì ad Innsbruck:"La sfida sarà ancora più difficile. Sentiremo la stanchezza della gara di domenica e giocheremo fuori casa. Sarà importante partire bene ed arginare la loro aggressività."

 

Anton Bernard (capitano): "Direi che è un buon punto d'inizio. Abbiamo giocato un buon sistema di gioco in tutte le zone della pista. Sicuramente abbiamo sentito la stanchezza di questa prima fase di preparazione molto intensa e dura. Abbiamo delle idee nuove in attacco e confido che la squadra sarà veramente pronta per i Mondiali di Colonia." Parole d'elogio di Anton nei confronti del fratello Andreas, portiere ed MVP per l'Italia contro l'Austria: "E' importante sapere che c'è un portiere di livello su cui puoi contare per tutto l'arco della gara ed è cruciale a questi livelli."

 

Andreas Bernard (portiere): "Direi che abbiamo giocato bene. Nel finale abbiamo avuto più chanche. Con le prossime partite miglioreremo complessivamente, anche in attacco. Questa per me è stata la prima partita dopo un po' di settimane, qundi è sempre la più difficile. Il gruppo è giovane e pieno di grinta."

 

 

ITA AUT3

Best Players: 

(Photo: Max Pattis)

AUSTRIA: Stefan Ulmer

(Michael Epp, sindaco di Trodena)

 

ITALY: Andreas Bernard

(Edmund Lanziner, presidente della comunità comprensoriale)

 

 

16 aprile - Neumarkt/Egna - Wurth Arena -

Italia - Austria 0:2 (0:0/0:0/0:2)

 

Marcatori: 41:16 Martin Ulmer (Brian Lebler/Thomas Hundertpfund); 59:57 (0:2) Patrick Spannring in inf.num. ed a porta vuota;

 

Formazione Italia: Andreas Bernard 58:57 (Gianluca Vallini); Alex Trivellato-Thomas Larkin; Daniel Glira-Armin Helfer; Luca Zanatta-Ruben Rampazzo; Michael Angelo Zanatta-Armin Hofer; Luca Frigo-Giovanni Morini-Marco Insam; Daniel Frank-Anton Bernard-Markus Gander; Michele Marchetti-Raphael Andergassen-Matthias Mantinger; Viktor Emanuel Schweitzer-Alex Lambacher-Riccardo Lacedelli; Allenatore Stefan Mair;

 

Formazione Austria: Bernhard Starkbaum 60:00 (David Madlener); Dominique Heinrich-Markus Schlacher; Alexander Pallestrang-Stefan Ulmer; Steven Strong-Martin Schumnig; Erik Kirchschläger-Christoph Duller; Thomas Raffl-Konstantin Komarek-Fabio Hofer; Alexander Rauchenwald-Lukas Haudum-Daniel Woger; Brian Lebler-Thomas Hundertpfund-Martin Ulmer; Patrick Spannrin-Patrick Obrist-Marco Brucker; Allenatore: Roger Bader

 
«StartZurück12345678910WeiterEnde»

Seite 1 von 171

Vielen Dank unseren Werbepartnern

Unsere Partnerhotels

 

rathaus
Hotel Heide Park
Hotel Markushof
Logo Elefant
logo villa groff
Bio Hotel Kaufmann
logo Goldenhof
logo castelfeder destination

0017intercars

Banner

lotterie web