Einen tschechischen Meister zieht es ins Unterland PDF Print
Mittwoch, den 02. August 2017 um 21:19 Uhr

Brabenec Kamil Kometa 2017 Photocredit Michal EgerDer HC Neumarkt Riwega kann nach Tobias Brighenti einen zweiten Neuzugang vermelden - und dies einen äußerst namhaften obendrein: Der ehemalige tschechische Nationalstürmer Kamil Brabenec wechselt als frischgebackener Meister zu den Wildgänsen.


Der HC Neumarkt hat sich einen neuen Führungsspieler geangelt, der mit der Erfahrung von nicht weniger als 1.051 Einsätzen in den höchsten Ligen Tschechiens, Schwedens und der Slowakei in den Süden Südtirols wechselt. In diesen Spielen sammelte er satte 619 Scorerpunkte. Im Alter von 41 Jahren sucht Kamil Brebenec nun in Neumarkt nochmal eine neue Herausforderung. Dort soll er sowohl auf dem Eis, als auch mannschaftsintern als Dreh- und Angelpunkt fungieren.

 

Begonnen hat Brabenec seine Karriere bei seinem Heimatverein Kometa Brno, für den er im vergangenen Saisonfinish nochmal die Schlittschuhe schnürte und mit 3 Punkten in 9 Spielen zum Gewinn des tschechischen Meistertitels beitrug. Zuvor sammelte der körperstarke Center, der von Experten als exzellenter Teamplayer beschrieben wird, in der Saison 2016/17 43 Einsätze, 9 Tore und 23 Vorlagen für den slowakischen Erstligisten HC Nove Zamky.

 

Im Verlauf seiner langjährigen Karriere streifte sich Brabenec zudem die Trikots der tschechischen Erstilga-Vereine HC Ceske Budejovice, HC Plzen, HC Vsetin, diverser Zweitligisten in seiner Heimat, die Farben des schwedischen Spitzenteams Lulea HF und des HKM Zvolen über. Mit letzterem gewann er 2013 die slowakische Meisterschaft. Brabenec absolvierte außerdem 15 Länderspiele für Tschechien auf.

 
Die Defensive der Wild Goose steht PDF Print
Montag, den 31. Juli 2017 um 14:54 Uhr

2017 morandellDas Mannschaftsgerüst des HC Neumarkt Riwega für die bevorstehende Saison in der Alps Hockey League nimmt Konturen an: Das Torhütergespann und die komplette Defensivabteilung des wiederbestätigten Trainers Martin Ekrt stehen fest.

 

Die Position zwischen den Pfosten wird auch in der bevorstehenden Saison Daniel Morandell einnehmen. Der 22-jährige Kalterer, der vor einem Jahr vom HC Bozen ins Unterland gewechselt ist, konnte in seiner ersten Spielzeit beim HCN vollauf überzeugen und wird als Nummer eins ins Rennen gehen. Als Backup fungieren wahlweise Samuel Donini und Kristian Budinsky, die beide aus dem eigenen Nachwuchs an die erste Mannschaft herangeführt werden. Unklar ist noch, ob Moritz Steiner, der es in der Premierensaison in der AHL auf 16 Einsatze brachte, dem Verein zur Verfügung steht. Er tritt ein Auslandsstudium an.

 

Brighenti läuft wieder in der Würtharena auf

 

2017 brighentiIn der Abwehr kann Übungsleiter Ekrt Rückkehrer Tobias Brighenti begrüßen. Der 20-jährige Rechtsschütze wird sich, nach zwei erfolgreichen Saisonen bei Ligakonkurrent Cortina (89 Spiele, 23 Scorerpunkte), wieder das HCN-Trikot überstreifen. Er ersetzt den zu Sterzing abgewanderten Radovan Gabri.

Brighenti komplettiert somit die Neumarkter Defensive, die in der vergangenen AHL-Saison über weite Strecken zu überzeugen wusste. Angeführt wird die Abwehr weiter durch Mannschaftskapitän Alexander Sullmann und den erfahrenen Christian Willeit. Der tschechische Defensiv-Allrounder Ondrej Nedved konnte ebenso gehalten werden, wie Kevin Zucal, Tobias Steiner und der junge Hannes Oberrauch. Mit ihnen hat die Vereinsführung bereits zwei der drei Mannschaftsabteilungen frühzeitig vervollständig, nun fokussieren sich die Kaderplanungen auf die Offensive.

 
Nazionale Senior: la Slovenia supera l'Italia 4:1 PDF Print
Montag, den 24. April 2017 um 09:29 Uhr

ITA SLO

Foto di Andreas Kemenater.

 

Finisce con una vittoria della Slovenia per 4-1 la quarta amichevole dell’Italia (in una settimana) in preparazione ai Mondiali sul ghiaccio di Egna. Non bastano all’Italia i tanti minuti in powerplay per avere ragione della solida ma nervosa squadra slovena che al pari degli Azzurri giocherà i Mondiali di Top Division ma nel girone di Parigi.

 

Per la terza sfida che si gioca ad Egna, dopo Austria e Kazakistan, l’Italia schiera in porta Frederic Cloutier mentre sono lasciati a riposo Armin Helfer, Andreas Bernard ed il nuovo arrivato Alexander Egger. Marco Insam è fermo a scopo precauzionale mentre Alex Trivellato è infortunato.

 

Il primo cambio regala la prima superiorità all'Italia che dopo 47 secondi si ritrova con l'uomo in più per 2' contro Jan Urbas per ostruzione. Nei 120 secondi di superiorità la squadra azzurra non combina molto se non un tiro di Simon Kostner ed uno di Stefano Marchetti dalla distanza. Sarà questo uno dei leitmotiv della gara tra lo special team azzurro e quello sloveno con quest'ultimo che in penalty killing si è difeso con molta solidità come nello stile della formazione slovena. Ristabilita la parità numerica si continua a giocare con la Slovenia che al 6' colpisce un palo con Ziga Pance su una transizione veloce. La gara, però, non decolla. La Slovenia approfitta di qualche imprecisione nella difesa azzurra mentre l'Italia viene fermata dopo la blu. Dopo 8' si rivede l'Italia in attacco con due tiri ma non in grado d'impensierire l'estremo sloveno Gasper Kroselj. A metà tempo Luca Zanatta si accomoda in panca puniti. La squadra balcanica fa girare molto bene il disco e poi va sfiorare il goal dopo l'11 con una deviazione sotto porta che lambisce il palo. Ma anche quando si torna a giocare in parità numerica la Slovenia appare lanciata e cerca con molto insistenza la rete del vantaggio. Al 16' però la spinta della Slovenia si ferma per un 2'+2' a Ziga Jeglic (gomitata e carica). L’Italia cerca di costruire il suo powerplay. Si segnala un tiro di Hofer ed un’incursione di Anton Bernard. I 4' minuti di superiorità non sortiscono effetto ma quando si torna a giocare in parità c'è una buona occasione per Diego Kostner che è ben smarcato davanti allo slot avversario ma la sua conclusione non va a buon fine ed il tempo si chiude sullo 0:0.

 

Nella seconda frazione la Slovenia parte in pressing nel primo minuto, poi alla prima sortita è l'Italia a segnare con un rimbalzo a porta vuota di Raphael Andergassen ma la deviazione dell'attaccante italiano è fatta volontariamente con il pattino e gli arbitri annullano. Poi nell'azione successiva l'Italia riesce a guadagnarsi un'altra superiorità per 2' Bostjan Golicic per carica da tergo nei confronti di Stefano Marchetti. Data la pericolosità dell’intervento gli arbitri aggiungono anche 10’. In questa circostanza il powerplay è molto meglio rispetto a quelli giocati nel primo tempo. Simon Kostner ha l'occasione migliore ma il suto tiro davanti allo slot è fuori di poco. Quando si torna a giocare in parità numerica l'Italia rimane in attacco grazie ad una buona intensità della formazione di Mair anche se poi c'è un contropiede dello sloveno Nik Pem che conclude con un tiro in corsa centrale che non costituisce pericolo per l'estremo italiano Cloutier. Poi a segnare è la Slovenia al 27’ con un rimbalzo che favorisce l'intervento a porta vuota di Miha Verlic dopo un tiro dalla media distanza di Sabahudin Kovacevic (ex Alleghe ed Asiago) in situazione di penalità differita. L'Italia al 32' si rivede con una grande azione partita a centro pista in fase d'interdizione, poi il disco finisce ad Alex Lambacher che riesce a piazzare un bel disco a Tommaso Goi che cerca di superare l'estremo sloveno ma quest'ultimo blocca con il gambale per due volte. La partita è molto più veloce che nel secondo tempo con l'Italia che inizia a macinare gioco. Al 33’ cambio portiere per gli sloveni. Fuori Krotalj, dentro Pintaric. Al 34’ altra occasionissima per la formazione azzurra: Tikar e Robar sono penalizzati nella stessa azione ma in questo frangente gli sloveni sono molto bravi a difendersi anche mettendoci il corpo sul ghiaccio. Fatto sta che non ci sono interventi degni di nota nel doppio powerplay. A 42 secondi dalla fine altra penalità per 2'+10' per una carica alla testa (con la spalla) contro Diego Kostner da parte di Andrej Tavzelj (ex Cortina. Il secondo tempo si conclude con la Slovenia avanti di una rete.

 

Il terzo tempo si apre con l’Italia in powerplay ma la manovra azzurra è impalpabile. Tuttavia l’Italia pareggia e castiga la Slovenia al suo primo grande errore della gara. Poco dopo il 42’ Markus Gander segna a porta vuota da media distanza con il portiere sloveno Matija Pintaric che tenta di tornare in porta dopo un (suo) passaggio sbagliato nell’angolo alla sua sinistra e che ha favorito l’assist di Simon Kostner per l’attaccante del Bolzano. Al 44’ occasione per Rok Ticar che si smarca davanti alla porta ma Cloutier para sotto la traversa. Al 46’ ancora Lambacher in fase di costruzione che riesce a servire un buon disco verso Andergassen che non sfrutta. Al 51’ la Slovenia ritorna in vantaggio. Assist ficcante dall’angolo di Miha Verlic che pesca alla distanza Jan Urbar che appostato sul palo, al volo, non sbaglia il goal che vale 2-1 per gli sloveni. Risposta immediata di Anton Bernard che si accentra ma Pintaric para. Poi gli ospiti allungano con un rebound di David Rodman ben appostato tra i difensori italiani dopo un tiro ribattuto di Cloutier su precedente tiro di Ziga Pance (53’). L’Italia cerca di accorciare le distanze ma non riesce a sfruttare altri 56’’ di doppia superiorità. Quando si torna a giocare in parità numerica Morini ha una bella occasione ma si rimane sempre sul 3-1. Ormai la gara volge al termine ma a 10 secondi dalla fine c’è il 4-1 finale della Slovenia ad opera di Miha Verlic che trova una carambola fortunata con un tiro da posizione defilata toccato anche da un difensore azzurro che manda fuori causa Cloutier. Vittoria, quindi, della Slovenia per 4-1.

 

ITA SLO bestplayer

Foto di Andreas Kemenater.

 

Ora dopo il tempo trascorso ad Egna, la Nazionale si sposta a Bressanone dove il 25 aprile inizierà il raduno finale di preparazione che si concluderà con l’attesa amichevole contro gli Stati Uniti del 2 maggio all’Agorà di Milano (ore 20:00). Il 6 maggio inizio dei Mondiali a Colonia contro la Slovacchia.

I commenti del post partita.

 

Markus Gander, attaccante che nelle quattro amichevoli è stato il miglior marcatore azzurro e che contro la Slovenia ha segnato l'unica rete: "In occasione del goal mi sono trovato al momento giusto al posto giusto. Creiamo molto davanti porta ma poi non riusciamo a segnare. Lavoreremo su questo per il resto della preparazione. Abbiamo lavorato molto sul 5 contro 5 e dobbiamo ancora sviluppare bene gli special teams. Siamo comunque una squadra disciplinata e cerchiamo di applicare il metodo di gioco più congeniale al nostro gruppo ed in parità numerica abbiamo dimostrato di essere alla pari contro i nostri avversari."

 

Michele Marchetti, attaccante: "In tutte le amichevoli il risultato è stato sempre un po' bugiardo. Questa sera per 50' siamo stati alla pari contro gli sloveni ma poi abbiamo fatto commesso degli errori pur avendo creato di più. Di positivo c'è l'intensità ed un gruppo molto unito. Cerchiamo di giocare tatticamente bene e siamo una squadra che pattina molto. Il fatto di non segnare è un problema che si trascina da tempo ma bisogna essere più determinati e metterci tutto l'agonismo possibile."

 

 

Italia – Slovenia 1:4 (0:0/0:1/1:3)

Marcatori: 27:44 (0:1) Miha Verlic (Robert Sabolic/Sabahudin Kovacevic); 42:54 (1:1) Markus Gander (Simon Kostner); 48:51 (1:2) Jan Urbas (Miha Verlic/Luka Vidmar); 53:16 (1:3) David Rodman (Ziga Pance/Bostjan Golicic); 59:50 (1:4) Miha Verlic (Luka Vidmar/Jan Mursak);

 

Formazione Italia: Frederic Cloutier (Gianluca Vallini); Thomas Larkin - Luca Zanatta; Daniel Glira- Armin Hofer; Stefano Marchetti- Ruben Rampazzo; Enrico Miglioranzi - Michael Zanatta; Luca Frigo - Giovanni Morini - Diego Kostner; Markus Gander - Anton Bernard - Simon Kostner; Tommaso Traversa - Raphael Andergassen - Alex Lambacher; Tommaso Goi - Daniel Frank - Michele Marchetti; Matthias Mantinger. Allenatore Stefan Mair.

 

Formazione Slovenia: Gaspar Kroselj 32:44 /Matija Pintaric 27:16; Mitja Robar – Blaz Gregorc; Klemen Pretnar – Sabahudin Kovacevic; Jurij Repe – Luka Vidmar; Miha Stebih – Andrej Tavzelj; Robert Sabolic – Rok Ticar – Ziga Jeglic; Jan Urbas - Jan Mursak – Miha Verlic; Ziga Pance – Bostjan Golicic – David Rodman; Ken Ograjensek – Ales Music – Anze Kuralt; Allenatore: Nik Zupancic;

 

Tiri Italia: 26 – Slovenia 24

Penalità: Italia 2x2’ – Slovenia 9x2’ + 10’ a Tavzelj e 10’ a Bostjan Golicic;

 

 
Domenica alle ore 18.00 la sfida alla Slovenia PDF Print
Samstag, den 22. April 2017 um 13:44 Uhr

tickets

 

Il Blue Team si appresta a disputare il suo quarto test match di preparazione. Bernard e compagni saranno impegnati domenica sera, alle ore 18, sul ghiaccio di Egna, dove affronteranno la Slovenia.

 

23 aprile - ore 18:00 - Egna - Würtharena

Italia - Slovenia 

Diretta live - foglio partita: http://www.powerhockey.info/gamepage.php?id=8585
Diretta streaming: https://www.youtube.com/watch?v=MqYK3ZYVP9U

 
«StartZurück11121314151617181920WeiterEnde»

Seite 13 von 184

Vielen Dank unseren Werbepartnern

Unsere Partnerhotels

 

rathaus
Hotel Heide Park
Hotel Markushof
Logo Elefant
logo villa groff
Bio Hotel Kaufmann
logo Goldenhof
logo castelfeder destination

Siegerlose Lotterie 2018/19

0019lotterie web

0017intercars

miromes

Banner